ZENZERO

con Nessun commento

Zingiber officinalis Parti usate: rizoma L’aroma dello zenzero è molto gradevole e rende particolarmente buoni dolci e pietanze. L’effetto farmacologico, essenzialmente attribuibile allo zingerone e allo zingiberene, è evidente nello stimolare le funzioni digestive. Lo zenzero è usato come carminativo e correttivo, più recentemente sono state, invece, studiate le proprietà antiradicaliche della pianta, non è stato ancora possibile attribuire tale … Continua a leggere

VALERIANA

con Nessun commento

La Valeriana è una pianta erbacea perenne originaria dell’Europa e dell’Asia che cresce nei luoghi umidi in tutta Europa (in Italia è più frequente nelle zone montuose). Può raggiungere l’altezza di 2 m, le foglie sono opposte imparipennate, i fiori bianchi o rosa sono riuniti in cime ombrelliformi. La parte sotterranea è costituita da un rizoma e da numerose lunghe radici. L’odore … Continua a leggere

TIMO

con Nessun commento

Il timo è un arbusto sempreverde particolarmente grazioso e spesso impiegato a scopo decorativo; la sua altezza varia, in relazione alla specie coltivata, da pochi centimetri a piu di una trentina; anche il portamento del timo muta e può essere eretto o strisciante. Quest’ultimo si adatta perfettamente alla realizzazione di splendidi tappeti erbosi fitti, colorati e emananti, soprattutto quando li si calpesta, … Continua a leggere

TIGLIO

con Nessun commento

Tilia cordata Parti usate: alburno e fiori Gli effetti benefici del figlio derivano dai principi attivi delle sue influorescenze e dall’alburno. I fiori e le bratte hanno essenzialmente effetti sul sistema nervoso. L’alburno (la parte più interna e giovane della corteccia) è la più ricca di tannini; essi stimolano la secrezione biliare ed esercitano effetti antispasmodici. I fiori di tiglio … Continua a leggere

TE’ VERDE

con Nessun commento

Il TE’ VERDE è una pianta usata dai cinesi da più di 2000 anni sia come bevanda rinfrescante che come medicinale, è un potente antiossidante, abbassa il colesterolo, rafforza il sistema immunitario, protegge dalla carie dentaria, nei casi di stanchezza e depressione, dona energia, mantiene la pelle ed i capelli sani, preventivo dei processi di invecchiamento, dell’arteriosclerosi, , aiuta il metabolismo delle … Continua a leggere

TARASSACO

con Nessun commento

Taraxacum officinale Parti usate: radice Il tarassaco o dente di leone è una pianta amara diffusissima in Europa, è ben conosciuta dai gastronomi per l’ottima insalata che si ottiene dalle sue foglie. Dal punto di vista farmacologico, le sue proprietà sono da attribuirsi essenzialmente ad una sostanza amara la tarassicina, ed all’inulina. Nella pianta è possibile isolare: colina, acido p-ossifenilacetico, … Continua a leggere

SENNA

con Nessun commento

Descrizione: Arbusto alto circa 1-1,5 m, che presenta infiorescenze a racemo con numerosi fiori gialli, grandi circa 3 cm, zigomorfi. Le foglie sono paripennate con foglioline ovali-lanceolate, i follicoli sono piatti, leggermente incurvati a forma di rene, di colore verde-bruno e pergamenacei con semi nettamente appiattiti. Habitat: Il genere Cassia comprende circa 700 specie spontanee che vivono nelle aree più calde dei … Continua a leggere

SALVIA

con Nessun commento

Salvia officinalis Parti usate: foglie Salvia in latino significa “salvare”, le proprietà benefiche attribuite alla pianta, sono così numerose che i Greci, i latini e più recentemente la scuola medica di Salerno la consideravano la panacea universale. Nelle foglie di salvia è possibile isolare due categorie di composti chimici: la componente fissa (flavonoidi, fenoli, acidi ossitriterpenici, diterpeni, tannini catechici, ecc.) … Continua a leggere

ROSOLACCIO

con Nessun commento

La Papaver rhoeas , o comunemente papavero o rosolaccio , è una pianta erbacea annuale appartenente al genere Papaver . La specie, largamente diffusa in Italia, cresce normalmente in campi e sui bordi di strade e ferrovie ed è considerata una pianta infestante. Petali e semi possiedono leggere proprietà sedative: il papavero è parente stretto del papavero da oppio , … Continua a leggere

RABARBARO

con Nessun commento

Rheum Officinale, Rheum Palmatum Parti usate: buccia e polpa del frutto Il Rabarbaro è ricco di fibre, flavonoidi, vitamine e pectine. Il suo uso diffuso nelle diete dimagranti è da attribuirsi alle sue proprietà sul transito intestinale (diminuzione dell’assorbimento dei cibi) ed alla azione farmacologica ben precisa della fenilalanina contenuta nel frutto. La fenilalanina, aminoacido naturale, è strutturalmente molto simile … Continua a leggere

1 2 3 4 6