RADICALI LIBERI

con Nessun commento

Tra tutte le sostanze presenti in natura i radicali liberi sono forse quelli che godono immeritatamente della fama peggiore. Sono accusati principalmente di attaccare le strutture cellulari causandone sia l’ invecchiamento , sia alterazioni che avviano processi degenerativi come l’arteriosclerosi e il cancro. In realtà la condizione fisiologica naturale è di equilibrio tra la loro produzione, come normali residui del metabolismo cellulare, e la loro neutralizzazione da parte dei meccanismi antiossidanti di difesa. Solo se in eccesso, in quanto agenti fortemente ossidanti , possono creare danni che, a lungo andare, conducono a una progressiva usura delle cellule. Ci sono varie situazioni in cui queste molecole killer diventano utili all’organismo. Svolgono infatti un importante ruolo immunitario contribuendo all’eliminazione di germi e batteri patogeni e provocano anche l’ apoptosi , cioè la morte delle cellule tumorali. L’azione distruttiva dei radicali liberi è indirizzata soprattutto sulle cellule, in particolare sui grassi che ne formano le membrane (liperossidazione), sugli zuccheri e sui fosfati, sulle proteine del loro nucleo centrale, specialmente sul DNA (acido desossiribonucleico) dove alterano le informazioni genetiche, sugli enzimi, ecc. L’azione continua dei radicali liberi si evidenzia soprattutto nel precoce invecchiamento delle cellule e nell’insorgere di varie patologie gravi come il cancro, malattie dell’apparato cardiovascolare, diabete, sclerosi multipla, artrite reumatoide, enfisema polmonare, cataratta, morbo di Parkinson e Alzheimer, dermatiti, ecc.

 

 

Rimedi Naturali:

  • Acerola sostanza capace di combattere i radicali liberi.

Lascia un commento