NAUSEA

con Nessun commento

DA SAPERE
Nausea è il termine molto comune con cui si indica un sintomo altrettanto comune: chi non ha mai sofferto di nausea in qualche occasione? Chi soffre di nausea “sente” che sta per vomitare anche se poi molte volte non vomita. È invece vero il contrario e cioè che il vomito è quasi sempre preceduto da nausea. Quando avvertono la nausea alcune persone riescono a vomitare facilmente, altre hanno solo sforzi (conati) di vomito, altre ricorrono spontaneamente alle classiche “dita in gola”. Il materiale vomitato a breve distanza da un pasto contiene inevitabilmente cibo più o meno digerito e facilmente riconoscibile. Se il vomito avviene a più riprese, il materiale emesso diventa progressivamente un misto di saliva e succo gastrico senza più frammenti alimentari.

CAUSE
Nausea e vomito che insorgono di rado, durano poco e non si accompagnano a dolore, o non sono preceduti o seguiti da altri disturbi di rilievo, non sono solitamente causati da una patologia importante. In soggetti particolarmente predisposti (che spesso vengono etichettati dagli amici come “schizzinosi”) anche la semplice vista di materiale sgradevole (alimentare e non) o la presenza di odori sgradevoli (“nauseanti”, appunto) può indurre nausea o vomito. Vi sono anche nausee che vengono accettate con gioia (anche se non sempre!), come quelle provocate dalla gravidanza. Causa di nausea e vomito (e spesso vertigine) in alcuni soggetti sono anche i viaggi in automobile o per nave (mal d’auto, mal di mare) e più di rado in aereo. È in questo caso in gioco una particolare sensibilità neurovegetativa, ossia del sistema nervoso autonomo che ha il compito, al di là della nostra coscienza e della nostra volontà, di regolare alcune importanti funzioni quali la frequenza cardiaca, gli atti respiratori, i movimenti e le secrezioni dell’intestino e via dicendo. Al contrario, se, come assai più raramente accade, la frequenza e la durata di nausea e vomito (ma anche rigurgito) sono significative e/o si accompagnano a dolore addominale intenso e persistente, le cause sono sempre clinicamente importanti e, comunque, non banali.

Tra le cause importanti, che determinano sintomi solitamente più severi, ricordiamo:
– ostruzioni a livello del tratto digestivo superiore;
– calcolosi biliare (e, meno frequentemente, anche renale);
– ulcera gastrica o duodenale (complicata);
– infezioni microbiche o virali gastrointestinali (gastroenteriti);
– intossicazioni alimentari;
– intossicazioni non alimentari (fumo, tossine industriali);
– farmaci (antitumorali, oppiacei, digitalici);
– malattie del labirinto (struttura dell’orecchio interno preposta alla regolazione dell’equilibrio);
– importanti stress psicologici;
– aumento di pressione nella cavità cranica (per esempio per la presenza di un tumore, o di un ematoma);
– diabete scompensato;
– insufficienza renale avanzata.

Rimedi Naturali:

Lascia un commento