TARASSACO

con Nessun commento

Taraxacum officinale
Parti usate: radice
Il tarassaco o dente di leone è una pianta amara diffusissima in Europa, è ben conosciuta dai gastronomi per l’ottima insalata che si ottiene dalle sue foglie. Dal punto di vista farmacologico, le sue proprietà sono da attribuirsi essenzialmente ad una sostanza amara la tarassicina, ed all’inulina. Nella pianta è possibile isolare: colina, acido p-ossifenilacetico, acido 3-4 diossicinamico, acidi grassi liberi ed esterificati, aminoacidi levulina, ecc. L’impiego terapeutico del tarassaco sfrutta le sue proprietà amaro-toniche, diuretiche ed ipocolesterolizzanti. L’azione colagoga (la capacità di aumentare la secrezione di bile) e l’effetto sulle membrane cellulari degli epatociti rendono il prodotto particolarmente adatto per la terapia dei dismetabolismi epatici. La somministrazione del tarassaco tende a normalizzare anche l’alterazione delle transaminasi seriche.

 

 

 

Tarassaco è un coadiuvante tradizionale per:

  • Epatopatie;
  • Insufficienza epatica;
  • Insufficienza biliare;
  • Alcolismo;
  • Intossicazioni alimentari;
  • Cellulite;
  • Aumento del colesterolo e dei trigliceridi;
  • Stipsi Abituale.

Lascia un commento