GINKGO

con Nessun commento

E’ un’erba molto popolare nel mondo, usata per migliorare l’afflusso di sangue al cervello, per migliorare la memoria e lo stato di coscienza nell’anziano e la circolazione del sangue in generale. Usata anche per rallentare la progressione della malattia di Alzhaimer.

Caratteristiche e proprietà: Originario della Cina e del Giappone , c un albero leggendario vecchio di piu di 250 milioni di anni e che ha resistito ai peggiori inquinamenti del ventesimo secolo ed in particolare ai residui della bomba atomica di Hiroshima. E’ particolarmente conosciuto per la sua attività sulla circolazione venosa, arteriosa e soprattutto per quella cerebrale . Numerose prove cliniche sono state compiute dimostrando l’efficacia delle foglie di ginkgo a tutti i livelli della circolazione sanguigna.

* migliora la circolazione- aumentando l’afflusso di sangue al cervello migliora l’acuità mentale, la concentrazione, la memoria a breve termine, e l’abilità cognitiva. Utile nelle perdite di memoria dovute a età avanzata, e nei problemi della memoria a breve termine. Aiuta anche in casi di tinnito (ronzio alle orecchie) e vertigini. Una migliore circolazione periferica aiuta a ridurre la sensazione di freddo alle estremità, i dolori intermittenti alle gambe e i crampi. Il gingko è utile anche nel trattamento per neuropatie diabetiche, degenerazione maculare, e altri problemi circolatori.
* antiossidante – è uno scavenger (spazzino) dei radicali liberi, inibendo la perossidazione lipidica delle membrane – protegge quindi il cervello e il sistema nervoso dai danni provocati dai radicali liberi, e ciò può aiutare a controllare gli effetti dell’invecchiamento
* protegge la barriera sangue-cervello (barriere anatomiche e sistemi di trasporto che controllano tipi di sostanze che entrano nello spazio extracellulare del cervello)
* diminuisce la viscosità del sangue inibendo il fattore attivante del PLATELET – platelet activating factor (PAF)
* diminuisce il danno ai tessuti durante stress circolatori e aumenta la circolazione alle estremità
* assiste nella distribuzione di ossigeno e glucosio al cervello
* protegge le arterie, le vene e i capillari dai danni, e aiuta a regolare il loro tono e la loro elasticità
* usato anche per rallentare la progressione della malattia di Alzhaimer

CONTROINDICAZIONI ED INTERAZIONI
seguire le indicazioni riportate sul flacone ,sono assai rari gli effetti collaterali, segnalati solo turbe digestive minori, e solo ad ALTI DOSAGGI, disturbi dell’apparato digerente, con nausea, vomito, diarrea, cefalea, e specie se si mangia il frutto del ginkgo. Somministrare con cautela a pazienti che assumono ANTICOAGULANTI Puo creare problemi a chi ha problemi nella COAGULAZIONE SANGUIGNA , AD ALTE DOSI dà irritabilità agitazione, diarrea, nausea, e vomito, LE DOSI CONSIGLIATE SONO ATOSSICHE, non somministrare in GRAVIDANZA in ALLATTAMENTO

Lascia un commento