ELEUTEROCOCCO

con Nessun commento

PROPRIETÀ TERAPEUTICHE :
Azione tonica e rivitalizzante: è una pianta ad azione cosiddetta adattogena, come anche il Ginseng, cioè capace di fornire all’organismo una migliorata resistenza nei confronti di svariati fattori stressogeni, sia in persone sane sia in pazienti malati. Questa pianta provoca un aumento di dimensioni e di peso delle ghiandole surrenali, il che indica un’aumentata produzione di ormoni surrenalici. L’eleuterococco determina un aumento del peso delle vescicole seminali e della prostata in giovani ratti maschi, con contemporaneo incremento del loro contenuto in proteine, e ciò dimostra un’azione simile a quella del testosterone. Inoltre è in grado di aumentare la produzione di spermatozoi nel ratto maschio adulto. La somministrazione di estratto secco titolato di eleuterococco per due mesi all’anno riduceva del 30% le giornate di lavoro perse per malattia in un gruppo di 1200 operai specializzati. Sono stati fatti anche studi su cosmonauti, che hanno dimostrato l’efficacia dell’eleuterococco nell’incrementare la resistenza alla fatica, al freddo e alle malattie di questi soggetti. Uno studio condotto su atleti in Giappone ha dimostrato un aumento dell’intensità dello sforzo massimale del 23%, un incremento della resistenza allo sforzo massimale del 16,3% e un aumento del consumo di ossigeno del 12%. L’aumento della forza fisica e della resistenza allo sforzo dipende in parte dall’aumento della forza contrattile del cuore e del consumo di ossigeno da parte dei muscoli. Azione immunostimolante: l’eleuterococco migliora il sistema immunitario in modo aspecifico, con stimolazione dei processi di fagocitosi da parte dei globuli bianchi, cioè della loro capacità di inglobare e distruggere germi, virus, funghi e altri corpi estranei sia in vitro sia in vivo. Questa pianta può dunque essere utile per favorire l’aumento dell’appetito e del benessere generale e può avere effetti positivi sul sistema immunitario.

Indicazioni principali:

  • deperimento organico,
  • calo dell’appetito,
  • scadimento delle performance psico-fisiche.
  • immunostimolante aspecifica.

EFFETTI COLLATERALI:

  • Può causare insonnia, irritabilità, eccitazione e fini tremori alle mani, ma in genere solo per dosaggi elevati somministrati per lunghi periodi di tempo.
  • Può anche causare, nelle stesse condizioni, tachicardia.
  • Sono stati osservati rari casi di aumento della pressione arteriosa. Pertanto questa pianta non va mai somministrata nelle ore serali.

CONTROINDICAZIONI:

  • Non è consigliabile in gravidanza e durante l’allattamento.

Lascia un commento