CURCUMA

con Nessun commento

Curcuma è un genere comprendente 80 specie conosciute di piante della famiglia delle Zingiberaceae . Le piante appartenenti a questo genere (come moltissime zinziberaceae) sono utilizzate con scopi alimentari e officinali. La spezia più utile è la Curcuma longa o zafferano delle indie . La curcuma, gialla radice della famiglia dello zenzero, è prodotta in Cina, Indonesia, Costa Rica. Alle Hawai, dove è chiamata “holena”, è la base di tutta la medicina tradizionale. In India, il primo produttore di curcuma al mondo, è utilizzata da secoli nella medicina Ayurvedica per le sue virtù preventive e terapeutiche, soprattutto come cicatrizzante e antinfiammatorio .

“La cosa più umiliante per noi è scoprire che il popolo della foresta conosce da sempre il concetto di prevenzione, mentre l’uomo bianco si illude di averlo scoperto in questi ultimi anni”.

 

Attività Curcuma:

  • coleretica,
  • colagoga,
  • spasmolitica ( olio essenziale) delle vie biliari,
  • antiflogistica e antinfiammatoria (curcumina) ha una azione antinfiamatoria se si è in presenza di artrite, o per alleviare le infiammazioni delle ferite,
  • digestiva perché stimola la secrezione biliare favorendo la digestione dei grassi,
  • epatoprotettiva dei tessuti del fegato se esposti a farmaci epatotossici o ad abuso di alcol,
  • prevenzione delle cardiopatie (la curcuma,
  • come lo zenzero aiuta a ridurre il colesterolo nel sangue,
  • prevenire la formazione di emboli nel sangue che determinano attacchi cardiaci e alcune forme di apoplessia,
  • PARASSITI INTESTINALI in quanto combatte i protozoi ed è utile in presenza di dissenteria ( sentire prima il medico curante).
  • ANTIFUNGINA.
  • effetto androgenico,
  • aumentando la motilità dello sperma, senza incrementare il numero degli spermatozoi.
  • antiossidante

 

Curcuma utile per trattare le coliche biliari, nelle colicististi, nelle colelitiasi, nell’ittero. La Curcumina (secondo studi condotti in India) ha una attività antiflogistica ed antinfiammatoria a bassa tossicità ( rispetto agli steroidi). Ha azione antiossidante, antivirale (curcumina). E’ essenzialmente consigliata come protettore del fegato, della mucosa gastrica e come antiulcera ( ma non impiegare ad alte dosi potrebbe avere l’effetto opposto) ha attività battericida (curcuminoidi). Il rizoma è di aiuto nei processi digestivi, per le proprietà coleretiche e colagoghe, ed anche come stimolante anche l’appetito.

FARE ATTENZIONE ALL’USO DELLA CURCUMA!
Se si è in presenza di OCCLUSIONE delle VIE BILIARI, se si è in presenza di CALCOLI BILIARI, la curcuma va assunta SOLO dietro prescrizione medica ( fare attenzione anche al curry). Cautela e sentire il proprio medico in Gravidanza e allattamento.Non somministrare la curcuma ai bambini di età inferiore ai 2 anni, al di sopra di questa soglia di età iniziare con preparazioni leggere. Non impiegare la Curcuma se si è in presenza di problematiche legate alla fertilità, non assumere curcuma se si auspica una gravidanza ( non è accertato, ma ci sono studi in corso) Per l’effetto anticoagulante della curcuma fare attenzione nelle persone con problematiche legate alla coagulazione del sangue ( sentire sempre il proprio medico curante ): Dosi eccessive di curcuma possono causare disordini gastrici. Se sopraggiungono disordini gastrici, bruciori di stomaco, ridurre le dosi o interrompere il trattamento e sentire il proprio medico.

Un valido aiuto per la memoria, leggi

 

Lascia un commento